immagine della scritta Torna a Musiche
immagine del nome Sonia Faggian
immagine della parola Testi, titolo di questa pagina



Quando č sera

Quando č sera
l’aria veste rosa
l’orizzonte
e il sole che lą tramonta,
č una scena
piena di poesia,
infinita dolcezza,
č fuggire
da una stretta stanza
nell’immensitą.

La mia sera
porta il nome tuo,
i tuoi sospiri
a ogni mia carezza,
nei tuoi occhi
brillano le stelle
d’una notte fonda,
sembra un sogno
lucido che incanta
o magica realtą.

Quando č sera
l’aria veste rosa
l’orizzonte
e il sole che lą tramonta,
sulla scena,
pieno di poesia,
infinita innocenza,
c’č il tuo sguardo
che, come una romanza,
sembra senza etą.



Camelot

Dolce luna attendi
i prodi cavalieri,
spade bianche, brividi
e schiumanti destrieri.
Luna piena
resta accesa
e accarezza chi
il sonno sopraffà.

Avanti è Artù,
con lui Ginevra,
li insegue Meleagant.
Lancillotto si volge indietro:
sì lo affronterà.
Guerrieri avversi,
a briglie sciolte,
incoccano le frecce ora
a riprendersi
chi loro fuggì...

Più nero è il cielo,
rossa la terra,
grida
nell’aria
si perdono
in un altro tempo,
dentro la storia
di Excalibur.
Più nero è il cielo,
rossa la terra,
canti
nell’aria
si librano
sino al castello,
annunciano gloria
e vittoria di Artù.

Dolce luna attendi,
ecco i cavalieri,
spade bianche, brividi
e schiumanti destrieri.

Luna piena sfiorali
col tuo chiarore una volta ancora,
poi Camelot
li accoglierà.



Ninna nanna

Ninna nanna,
dormi piccino,
chiudi gli occhi e sogna
le stelle vicino,
scese dal cielo blu
in un dolce e lento girotondo,
fino all’alba
e poi al mattino,
quando il sole poggia
un raggio sul cuscino
e sulle gote tue
accende un sorriso di bontà.

Nell’innocenza del sonno,
o bambino,
e nel suo tepore, ascolta
gli angeli vicino,
che cantano in coro:
“Ninna nanna,
dormi piccino,
apri a queste note
il tuo cuoricino
pieno già d’amor
e d’amore crescerà ancor.”





immagine della scritta Torna su




Sonia Faggian © 2018